lunedì 7 giugno 2010

Onde magiche

Di Flavia Medusa

La letteratura sulle donne incinta è infinita.
Impossibile scovare qualcosa di originale, qualcosa che non risulti masticato e riciclato più e più volte.
I bambini crescono, le pance si appuntiscono o si allargano. i bambini danno calci, le pance si arroventano (ci si possono mettere i panni ad asciugare!).

La prima volta che ho visto la pancia di Marta muoversi, devo dire che mi ha fatto impressione. E con impressione intendo spavento, repulsione ecc.. Ho pensato ai gremlins... meglio ancora... alien.
Funziona così: da questa pancia tesa come un otre spunta un bozzo sulla sinistra, poi un'altro sulla destra, poi un altro ancora più in basso, poi niente più. e si torna alla forma classica. Silenzio.
Ieri sera invece è stata scossa da un onda, profonda come un brivido. Si è fatto una bracciata a farfalla, lo stile più ambito e sinuoso del nuotatore.
Quello che ho visto io è l'effetto di questa bracciata sul ciglio dell'acqua: un dispiegarsi regolare di onde da sinistra a destra. Wow!
Stanotte ho fatto sogni acquatici rigeneranti.
Ora vi scrivo nel giardinetto veloce veloce perchè la batteria mi sta lasciando. Ho fatto amicizia con una cagnetta cinese. E c'è una gazza che mi si è attacata al culo. E' incredibile, completamente addomesticata. E' bellissima, ha la coda lunga e striature blu cobalto. Quando cammina saltella. Vorrei fotografarla, ma purtroppo mi sono fatta fregare la macchina fotografica.
Insomma mi sorge il sospetto che chiunque assista ad un prodigio della natura se ne porti a casa un pezzetto.
Io stamattina mi sono svegliata un pò san Francesco.
Godetevi la giornata.

Posta un commento