mercoledì 9 dicembre 2009

Dispensario delle parole estinte: Ubertà

"- L’abondanza d’una miniera sta nel molto metallo che da quelle si trae; la ricchezza, nel valore di esso metallo. L’abondanza può produrre ricchezza. – Laveaux.

Abondanza gran quantità di cose di specie qualsiasi; ricchezza, possessione di danari non pochi, e di beni che servono agli usi del vivere; opulenza, quantità di agi e di potere, forniti da larga ricchezza.

L’abondanza può essere nociva, la ricchezza inutile, l’opulenza è sempre goduta.
In un paese privo di commercio e d’industria, l’abondanza delle miniere non è per anche ricchezza.
L’avaro è ricco ma non opulento.

- Ricche, e le persone e le cose; opulente, solo le persone, o le città e i regni, guardati come persone.
Si può godere una certa abondanza, e non esser ricco; può il ricco stentare, e non vivere in abondanza. – Boinvilliers.
- Dovizia è quantità che serve appieno all’uso, e ne sopravanza alquanto. Ubertà è abondanza dei doni della terra e degli animali che l’agricoltura educa e alimenta. Ha qualche traslato. – Gatti."

Niccolò Tommaseo, Nuovo dizionario dei sinonimi della lingua italiana, quarta edizione milanese accresciuta e riordinata dall’autore, Milano per Giuseppe Reyna, Librajo-Editore, M.DCCC.LVIII

Voce 72 – Abondanza, Ricchezza, Opulenza, Dovizia, Ubertà

http://books.google.com







Posta un commento