domenica 11 dicembre 2016

Le conseguenze delle dimissioni di Renzi

Ma avete pensato veramente alle conseguenze? 
Fine della Leopolda: simposio annuale degli yuppies di ritorno, zombies degli anni 80 vomitati dalla storia che non li aveva digeriti del tutto, sputandoli fino a qui insieme alle spalline e alle start up all'italiana dei figli di papà e dei cocchi di mammá;
Fine degli hashtag che ci hanno reso famosi nel mondo: l'Italia riparte, l'Italia cambia verso, basta un sì con un poco di zucchero, e salacadulabicicadula (tutti in coro bidibibodibibú);
Fine delle ministre, termine che va bene solo a queste signore che non sono mai state dei Ministri, e nell'ordine: a) quella signora che piangeva al telefono con il fidanzato che la trattava come una cameriera e la voleva costringere  (lei che lo amava così tanto) a mischiare le carte per favorirlo in affari petroliferi; b) quell'altra signora che si lanciava come un'amazzone lungo le sterminate campagne per la fertilità femminile, che si sa è del tutto analoga a quella delle mucche; c) quella signorina che tutti ricorderemo per la bellezza e gli occhi incantati (nella posa quattrocentesca del " bello... bello.. bello bello bello bello!), una studentella messa lì per le antiche amicizie, una ministra-stagista diciamo, che ha scritto la riforma costituzionale sotto dettatura per completare l'apprendistato;
Fine dei giochi, fine del videogame in cui il nostro eroe nei panni di giga robot ha rottamato senza tregua tutto il vecchiume: il suo partito, il parlamento, le idee stantie di giustizia sociale, e si è infranto all'ultimo livello sul nemico più coriaceo, la democrazia.

Che cosa succede adesso: dopo il game over ci potrebbe essere il reload. Nel caso, basta cliccare su DELETE per attivare l'autodistruzione del programma che verrà immediatamente proiettato verso il futuro e oltre ( il sogno del nostro eroe), ma comunque lontano da noi.
Posta un commento